Glossario Grecia

Addthis

Glossario Grecia

 

Abadir

Si narra che Crono, figlio di Urano (il cielo) e Gea (la terra), si nutrisse dei propri figli alla loro nascita. Abadir era la pietra che divorò Crono al posto di Zeus in fasce, e dunque la pietra che salvò la vita a Zeus.

 

Acropoli

Emblema della civiltà è un complesso di edifici dell'antichità senza eguali al mondo. Si trova ad Atene. Tra questi edifici spicca il

 

Partenone, un tempio del periodo classico considerato da tutti il tempio per eccellenza, l’opera perfetta.

 

Ade: il dio degli inferi. Sovrano dell'oltretomba, non concesse mai a nessuno di ritornare nel mondo dei vivi.

 

Afrodite: dea dell'amore e della bellezza. Fu lei a causare la guerra di Troia offrendo a Paride la mano della bella Elena a

patto che, nella gara di bellezza tra dee, egli la preferisse ad Atena ed Era. Afrodite protesse Paride durante il celebre conflitto di Troia.

 

Agorà: nell'antica Grecia, la piazza principale della città, di forma

quadrangolare circondata da portici ed edifici pubblici e sacri. Nella

piazza si tenevano il mercato e le riunioni dei cittadini.

 

Alcibiade: discusso e ambiguo militare e politico greco. Fu lui a trascinare gli ateniesi nella fatale guerra di Sicilia. Richiamato ad Atene per difendersi, fuggì e si schierò con Sparta.

 

Alessandro Magno: uno dei più grandi condottieri di tutti i tempi, celebre la sua politica espansionistica. Prese il comando

militare della lega di Corinto e vinse contro l'esercito persiano; giunse fino a conquistare l'Egitto, dove fondò Alessandria.

morì da giovane, secondo alcuni storici avvelenato. Fondò un regno di circa 60 città, ma non riuscì a realizzare il suo sogno

di creare un impero con capitale Babilonia.

 

Apollo: dio della musica e della poesia, Dio di grande bellezza, celebre per i suoi amori sia con le ninfe che con le donne

mortali. Molte delle fanciulle che amò furono trasformate in fiori o in alberi. Resta un simbolo di gioventù e bellezza.

 

Archimede: il matematico inventore di Siracusa

 

Aristotele: uno dei pensatori e degli scienziati più importanti nella storia della filosofia. Le sue opere sono divise in vari argomenti ed abbracciano l'intero sapere umano: si passa dalla logica e la fisica, alla metafisica, dall'etica alla filosofia, dalla poesia alla retorica. È importante l'influsso che ebbe nei secoli successivi.

 

Atene: capitale della Grecia, città affascinante dai mille contrasti; cuore culturale del paese, metropoli sospesa fra Oriente ed Occidente, fra antico e moderno. E' un tesoro culturale, un museo vivente archeologico, brulicante, vivace, colorata dai mercati

generali e dei mercatini delle pulci, con il vecchio quartiere di Psir e i suoi negozi autentici, e poi il quartiere della Plaka, La vita notturna, le boutique lussuosa e e le stradine popolari, le numerose

testimonianze turche bizantine, i musei e le chiese.

 

Athos: il monte Athos, è il principale rilievo della Grecia ed è alto oltre 2000 m, si trova nella parte sudorientale della penisola calcidica. Luogo privilegiato della vita spirituale ortodossa, è un posto dove meditare e contemplare. È stato fin dal 700 d.C. un luogo di eremitaggio. I monaci vi hanno edificato alcuni conventi. Politicamente il monte Athos può essere definito una piccola repubblica di monaci.

 

Bouzoúki: strumento antico usato nelle musiche tradizionali, è una specie di liuto con corde metalliche.

 

Caicco: il caicco è un'imbarcazione in legno a vela e motore molto comoda e sicura,originaria della Turchia.

 

Callas - Maria Callas, una delle più grandi cantanti liriche di tutti i tempi.

 

Canale di Corinto (stretto di Corinto): è un canale artificiale lungo oltre 6 mila metri che collega il Golfo di Corinto con il mar Egeo, tagliando in due l'istmo di Corinto. Risale alla fine del 1800 e fu creato per evitare ai navigatori il periplo del Peloponneso, ovvero taglio una striscia di terra per evitare di dover girare tutto in torno per passare dall'altra parte...

 

Cariatide: si chiama così una figura scultorea femminile, usata come elemento decorativo dell'architettura.

 

Colonnelli, colpo di Stato dei colonnelli: è chiamato così il colpo di Stato che con un'azione velocissima e spettacolare portò

al potere i militari. Il blitz fu organizzato dall'anticomunista e nazionalista Papadopolus e da altri esponenti nel 1967. Alle

due di notte numerose personalità politiche di spicco, tra cui l'allora primo ministro greco, furono catturati e deportati sulle isole. Atene si svegliò il 21 aprile del 1968 con la città in stato d'assedio, la radio, il Palazzo Reale, il Parlamento all'aeroporto presi d'assalto. I re Costantino II non fu in grado di opporre resistenza. Il 14 dicembre il re dovette fuggire in esilio a Roma con la sua famiglia. La giunta militare s'installò al potere vi rimase fino al ripristino della democrazia nel 1974.

 

Corinzio: il corinzio è un ordine architettonico classico caratterizzato da una colonna con un capitello ornato di foglie.

Delfi: dove parlava Apollo, che pronunciava l'oracolo attraverso una sacerdotessa scelta tra le vergini di Delfi. E' per alcuni

il luogo più suggestivo e famoso del mondo greco.

 

Democrito: fondatore della scuola filosofica conosciuta come "Atomismo", secondo la quale la materia è costituita di atomi

in perpetuo movimento, che sono all'origine del mondo, delle sensazioni, degli essere umani.

 

Demostene: famoso oratore ateniese, uno dei padri dell'oratoria politica, autore delle "Filippiche". scriveva discorsi per

conto di altri, fu un patriota che si oppose alle ambizioni di espansione di Filippo II di macedonia e lottò per l'indipendenza

di Atene. Nelle Filippiche cercava di mettere in guardia i suoi concittadini contro i macedoni. Dopo la sconfitta di Atene,

Demostene fuggì e preferì avvelenarsi piuttosto che essere consegnato al nemico.

 

Dodecaneso: Dodekanissa in greco, ossia 12 isole, anche se geograficamente il Dodecaneso ne comprende oltre 160,

paradisiache isole e sperduti isolotti, cullate dalle acquee calme del Mar Egeo: Rodi, Kos, Karpatos, Kalimnos, Leros,

Astipalea, Patmos, Nisiros, Tilos, Chalki, Simi, Lipso, Kastelloriso (o Castellorosso) e Kassos.

 

Egeo: l'Egeo è una porzione del Mar Mediterraneo delimitata dalla Grecia, dalla Turchia e dall'isola di Creta. Questa parte di

Mediterraneo è disseminata di isole e di arcipelaghi, fra cui spiccano le Cicladi, il Dodecaneso, le Sporadi settentrionali. Il

nome e Egeo è riferito al padre di Teseo, ma anticamente questo mare era chiamato mare dell'arcipelago.

 

Elena: fu più bella donna del suo tempo. Per lei Greci e Troiani combatterono una guerra lunga 10 anni. Afrodite l'aveva

promessa in sposa al principe troiano Paride in cambio del primo premio nella gara di bellezza tra la Dea Afrodite, Atena ed Era.

 

Epidauro: è una località archeologica situata all'interno del golfo di Egina, ed era nell'antichità un luogo di culto di pellegrinaggi. Vi si recavano i malati per adorare il Dio Asclepio, grande pregando per una guarigione. Del santuario eretto in onore del Dio taumaturgo ovvero guaritore restano oggi soltanto le fondazioni.

E invece ottimamente conservato il teatro, che può accogliere fino a 14.000 spettatori ed è famoso per l'eccezionale acustica.

 

Erofilo: fu un medico e anatomista nato circa nel 335 a.C. Visse ad Alessandria e fu uno dei maggiori rappresentanti della scuola empirica, una scuola medica che attribuiva valore ai segni premonitori della malattia, in particolare alle alterazioni del battito del polso. La sua opera fondamentale è anatomia e descrive minuziosamente gli organi interni, il cervello, l'occhio, il fegato e rivelava felici intuizioni sul sistema nervoso e sul funzionamento della circolazione del sangue.

 

Feta greca: formaggio greco duro, saporito e salato. Deliziosa l'insalata condita con piccoli pezzi di feta, con pomodori,

cetrioli, olive e cipolle rosse, il tutto condito con olio di oliva, sale ed origano.

 

Fidia: celebre scultore che deve la sua fama a due grandissime statue di oro e d'avorio, chiamate le criselefantine

rappresentanti Athena e Zeus. Fu un'artista molto ammirato nell'antico passato ma purtroppo queste celebri statue sono

andate distrutte e non sono mai arrivate a noi. Fidia fu incaricato di decorare anche il Partenone e della sua opera

rimangono oggi alcuni frammenti. Fu accusato di aver rubato dell'oro, fu imprigionato e condannato a morte o, secondo

un'altra versione, costretto all'esilio.

Flokati: si tratta di un tipico manufatto dell'artigianato greco, un tappeto molto morbido utilizzato anche come coperta.

Galeno: grande medico dell'antichità curò prima i gladiatori, poi a Roma, ebbe pazienti illustri come l'imperatore Marco Aurelio è Settimio Severo. Dette un contributo fondamentale alle ricerche in anatomia, allo studio delle malattie, che considerava come alterazioni di singoli organi. Dal suo nome deriva l'aggettivo galenico o meglio preparazione galenica.

 

Ginnasio: il ginnasio era per gli antichi greci un luogo dove giovani facevano ginnastica e venivano istruiti nella musica, nelle lettere, nella filosofia.

 

Gorgia: è considerato l'inventore della retorica, fu filosofo e visse circa 400 anni prima di Cristo.

 

Icona: è l'immagine sacra raffigurante il Cristo, la vergine, gli angeli o i santi che si trova esposta nelle chiese ortodosse.

 

Indipendenza della Grecia: per liberarsi dal dominio turco la Grecia nel 1821 organizzò una rivolta interna, che si diffuse in

tutto il paese e sulle isole. proclamata l'indipendenza tuttavia la Grecia rimane in uno stato di crisi che allarmò le potenze

europee. Per questo motivo nel 1827 Francia, Inghilterra e Russia costituirono la Triplice Alleanza, che propose alla Turchia

di riconoscere l'autonomia della Grecia sotto la sovranità del sultano. Il rifiuto dei turchi ebbe come conseguenza la

battaglia navale di Navarino, che si concluse con l'annientamento della flotta turco-egiziana. La Turchia fu costretta a evacuare il paese e riconoscere l'autonomia greca con il trattato di Adrianopoli nel 1829.

 

Itaca: realtà e leggenda si mescolano nella storia di questa piccola isola dello Ionio. È celebre per essere nel mondo greco la

patria di Ulisse; offre oggi splendidi paesaggi marini e tipici paesi tradizionali.

 

Isole della Grecia: le isole greche rappresentano la fuga, lontano dalla frenetica vita di tutti i giorni, per ritrovarsi nel mondo dei piccoli villaggi. Con le casette bianche, il mare blu profondo, il sole caldo... Le isole sono distinte in diversi gruppi: Isole Ioniche, Creta, Cicladi, Dodecaneso, Isole del Golfo Saronico e del Golfo Argolico e Sporadi.

 

Kafenion: è un tradizionale bar greco, diffuso soprattutto nei paesi. Vi si serve il famoso caffè greco e si gioca a tavli, il locale backgammon, dama, scacchi, carte.

Sono locali spartani, pochi tavoli malconci, avventori spesso anziani ma l'atmosfera è autentica.

 

Kalanda: sono le litanie di natale capodanno cantate dai bambini.

 

Kallikanztzari: sono dei piccoli geni maligni che esercitano il loro potere dopo le feste di Natale. Li si scaccia con un rito di

purificazione che ha luogo durante l'Epifania. Il pope (il vescovo) getta in mare una croce che i giovani del paese si tuffano a

ripescare per poi purificare le case una ad una.

 

Kazantzákis Nikos è uno scrittore greco nato nel 1882 ed è famoso per aver descritto la rivolta cretese contro i turchi, di cui

era stato testimone nell'infanzia. Il romanzo che l'ha reso celebre è Zorba il greco da cui è stato tratto un famoso film.

 

Komboloi è una specie di collana passatempo, in origine un rosario bizantino. È formato da una quindicina di grossi grani

di vetro o di ceramica, blu per scongiurare la cattiva sorte. Può essere anche di ambra, di legno, di plastica; i grani non sono

stretti ma sono lasciati a una certa distanza in modo da avere un certo gioco. Gli uomini li fanno scorrere meccanicamente

tra le dita, tenendo le mani dietro la schiena oppure appoggiate al bastone.

 

Licabetto: è il colle situato al centro di Atene, in posizione davanti all'Acropoli.

 

Macedonia: La Macedonia è una regione della Grecia settentrionale e può considerarsi il ponte tra il mondo balcanico e il

Mediterraneo. Località storiche come Filippi e le sue antiche rovine romane, il leone di Amfipoli e la regale città di Pella si

alternano alle chiese bizantine di Salonicco, agli splendidi paesaggi naturali dica Kastoria, alle vedute incomparabili del

monte Athos. Capitale di questa regione e seconda città della Grecia è Salonicco. Salonicco è un grande porto commerciale e

industriale ma anche un centro d'arte con un ricco passato bizantino.

 

Maratona: è una località dell'Attica in cui nel 490 a.C. 10.000 ateniesi riportarono una famosa vittoria contro i Persiani,

molto superiori numericamente. La notizia fu portata ad Atene da Fidippide che poi morì esausto dalla corsa. Il nome è passato a indicare una gara di corsa nelle Olimpiadi moderne lunga oltre 42 km.

 

Meltemi: vento fresco dell'Egeo, proviene dal nord est e da maggio a settembre soffia sulla Grecia meridionale sul mar

Egeo. Soffia a volte anche molto forte, cala la sera, lasciando l'orizzonte leggermente velato. Rinfresca sensibilmente l'aria

ed è molto gradito nei mesi di luglio ed agosto quando il caldo in Grecia è opprimente.

 

Meteore: sono così chiamati i monasteri della Tessaglia, regione a sud del monte Olimpo. La loro particolarità sta nell'essere

costruiti sulla sommità di picchi rocciosi isolati e di difficilissimo accesso. Il loro nome difatti significa luoghi sospesi nell'aria.

Furono edificati verso il XVsecolo, epoca difficile in cui brigantaggio operava vere e proprie devastazioni, le meteore

offrivano un sicuro rifugio. Per accedervi occorreva arrampicarsi a forza di braccia su reti che fungevano da scala. sono

attualmente visitabili.

 

Mezé: antipasto, stuzzichino preparato con formaggio, olive, acciughe offerto in genere come aperitivo.

 

Micene: antica città di oltre 3000 anni fa, con le celebri mura ciclopiche, la Porta dei leoni e il tesoro di Atreo (la tomba del re Agamennone). I suoi resti monumentali sono annoverati tra le grandi meraviglie geologiche del mondo.

 

Moussakà: pasticcio di carne e melanzane in cui i diversi strati di melanzane e

patate sono conditi con sugo di carne e cotti al forno.

 

Olimpia: la culla dei giochi olimpici. Per oltre un millennio (dal 775 a.C al 383 d.C) qui si sono riuniti, ogni quattro anni, atleti e pellegrini provenienti da tutta la Grecia. Immaginate la pista, lunga 192,27 metri (ossia 600 volte il piede di Eracle), la folla di 20 000 spettatori ammassata sugli spalti laterali a acclamante i corridori, i

saltatori, i pugili, gli aurighi....

 

Olimpo, monte Olimpo: montagna sacra nella mitologia perché dimora degli dei e regno di Zeus. Il monte si trova a nord

della Tessaglia ed arriva quasi a 3000 m; è stato scalato per la prima volta nel 1913.

 

Omero: famosissimo poeta del IX secolo a.C. al quale si attribuiscono i due più famosi poemi epici dell'antichità, l'Iliade e

l'Odissea. La prima narra la collera di Achille per la morte di Patroclo, la seconda le avventure di Ulisse e il suo ritorno ad

Itaca: Gli studiosi dubitano che sia addirittura esistito perché non abbiamo notizie certe sulla sua vita. L'esame delle due

opere, l'Iliade e l'Odissea, rivela che esse sono il frutto degli scritti di più autori, e che questi scritti sono stati composti in

epoche diverse. Omero sarebbe il poeta che ha riunito organicamente varie composizioni esistenti.

 

Ostracismo: nell'antica Atene, e in altre città che la imitavano, era l'esilio inflitto per 10 anni a coloro che venivano

sospettati di aspirare alla tirannia. La parola deriva dal fatto che l'esilio veniva votato usando come scheda un coccio,

chiamaato ostrakon. L'ostracismo non era in realtà una pena infamante ma una misura preventiva, una misura a salvaguardia

della democrazia. Chi veniva colpito dall'ostracismo doveva abbandonare la città entro 10 giorni ma non gli venivano

confiscati beni.

 

Ouzo: bevanda alcolica fatta con alcool diluito anice ed eventualmente aromatizzato con altre erbe. Accompagna gli

antipasti greci, ottimo come aperitivo.

Panegírie: erano le feste religiose campestri e baccanali che si celebravano con danze, bevute, divertimenti.

 

Partenone: grandioso tempio eretto sull'Acropoli di Atene in onore della Dea Atena. Del monumento originale

sopravvivono soltanto alcune colonne doriche e parte dei frontoni. I resti riescono comunque a trasmettere la sensazione

dell'armonia, della misura, della magnificenza passata. Il Partenone fu chiesa cristiana, moschea, e si preservò molto bene

fino al 1687, quando una granata veneziana fece esplodere le munizioni che i turchi vi avevano immagazzinato dentro,

utilizzandolo come polveriera. Fu saccheggiato e successivamente ad inizio '800 un numero impressionante di statue e

frammenti scolpiti fu trasferito a Londra. Tra Atene e Londra la questione non si è mai risolta e la Grecia non manca di

accusare di saccheggio gli inglesi.

 

Pasok: è una sigla che indica il movimento socialista panellenico fondato da Andreas Papandreu nel 1974.

 

Peloponneso: è una parte importante della Grecia continentale, una specie di grande penisola separata dalla terraferma greca

dal canale di Corinto. L'itinerario classico del Peloponneso prevede di percorrere a tappe il periplo (praticamente

percorrere tutto il perimetro del Peloponneso). Le città che si incontrano lungo questo percorso sono fra le più interessanti

dell'intera Grecia (Atene e Salonicco ovviamente escluse) e si alternano a pittoreschi villaggi di mare.

 

Pitagora: il grande filoso e matematico di Samos.

 

Sirtaki: danza resa celebre dal film di Zorba il Greco. Per alcuni deriverebbe da una danza tradizionale delle guardie

presidenziali, per altri sarebbe una semplificazione di una danza a coppie maschili.

 

Termopili: è una gola della costa sud teatro di numerose battaglie. La più celebre è quella circa 500 anni prima di Cristo tra

il Re persiano Serse e il Re di Sparta Leonida. I soldati spartani, numericamente molto inferiore, o posero in questa gola

un'eroica resistenza ai persiani, preferendo la morte alla sconfitta. Oggi non troverete più quella gola perché il fiume ha

scavato un letto più ampio e non c'è traccia geografica di quella battaglia, è presente un monumento dedicato al glorioso

comandante di Sparta.

 

Ulisse: il grande viaggiatore dell'Odissea