VISITARE ATENE

Addthis

Quando nel 1830 Atene fu scelta per servire da capitale alla neonata nazione della Grecia, le sue sembianze erano quelle di un piccolo villaggio di provincia. Nonostante il suo prestigioso passato, nel corso dei secoli la sua importanza politica, economica e culturale era diminuita e lasciava dietro di sé solo le rovine del periodo classico ed un ricordo di tempi migliori. Ma l'antica fiamma di Estia, la stessa che illuminava un tempo le menti degli ateniesi e che dall'alto dell'Acropoli splendeva nel Pritaneo, splendeva ancora nel cuore storico di Atene. La città venne ricostruita accanto al suo cuore storico, con il re Ottone I di Grecia (della famiglia Wittelsbach di Salisburgo) che  ingaggiò architetti e urbanisti per costruire case neoclassiche ed edifici pubblici, piazze, spazi verdi e viali, dando una svolta decisiva ai 375 anni di dominio Ottomano della città. La città riacquistò la sua importanza e nel 1900 si era già evoluta in una città cosmopolita ed attraente.

 

Atene è divisa in diversi distretti che possiamo concentrare in zone tipicamente turistiche, come l'Acropoli 

(la parte più antica di Atene e sede dei sacri templi della Grecia classica), Plaka, 

Monastiraki,

e Thissio 

(tutti e tre disposti ai piedi dell'Acropoli e caratterizzati da pittoreschi quartieri, strade, ristoranti e negozietti), Nea Smyrni (a sud della città, quartiere moderno di stile europeo), Kolonaki (area residenziale con numerose caffetterie e gallerie d'arte), 

Psiri (ricco di ristoranti alternativi), 

Omonia 

e Exarheia (sede del Museo Nazionale d'Archeologia e tipico quartiere studentesco), 

Piazza Syntagma (con l'antico Palazzo Reale e sede del quartiere finanziario della città), 

Pireo (antico porto della città e frequente meta principale per raggiungere le isole della Grecia). 

Di seguito proponiamo alcune della maggiori attrazioni di Atene:

 

Acropoli

Dionissiou Areopagitou

Trasporti: metro Akropolis

Atene

La prima volta che si vede l'Acropoli, da vicino o da lontano, si capisce il perché questa sia diventata immagine perfetta per descrivere la culla della cultura occidentale.. Siamo di fronte ad uno di quei pochi luoghi al mondo che si potrebbe facilmente dire 'eterni', sito UNESCOcome  patrimonio dell'Umanità. L'Acropoli di Atene non ha bisogno di molte altre introduzioni, se non quella che indica i principali templi antichi ospitati: il Partenone,

il Tempio di Atena Nike,

il Tempio di Eretteo

 e la Loggia delle Cariatidi,

l'Antico Tempio di Atena,

ilTempio di Eleusinion, il Santuario di Pandion, il Santuario di Asclepio,

l'Odeo di Erode Attico,

il Teatro di Dionisio 

e molti altri edifici dell'epoca classica. L'Acropoli ancora oggi è, nel mondo occidentale, il simbolo eterno della Democrazia e della filosofia. Il prezzo d'accesso si aggira sui €12 ed è gratuito nei giorni festivi e la domenica da novembre a marzo. Il biglietto comprende anche l'ingresso all'antica Agorà, al Foro Romano,

al cimitero di Kerameikos e Tempio di Zeus, se utilizzato entro quattro giorni. Accesso è gratuito per gli studenti dell'Unione Europea.

 

Antica Agorà

ai piedi dell'Acropoli/Adrianou e piazza Ayiou Philippou

Area: Monastiraki

Metro: Monastiraki

Il sito dell'antico Agorà, il cuore commerciale, civico e culturale dell'Atene del periodo classico, è ancora oggi uno spazio molto verde e offre un spettacolare visita dell'Acropoli. Nell'area si ammirano anche il Tempio di Efesto (il tempio greco meglio conservato),

la Stoa di Attalo,

il Museo dell'Agorà (ospitato in antico edificio) e il Foro romano. L'area veniva usata anche per discussioni filosofiche e politiche e per il teatro. Aspettatevi un un guazzabuglio vasto di rovine, risalenti a varie epoche (dal I secolo a.C. e il V secolo d.C). Originariamente, l'Agorà era uno spazio aperto  diviso in diagonale dal Sentiero di Panatenee e racchiuso da templi, edifici amministrativi e stoas (portici di negozi). Serviva anche da mercato, punto d'incontro principale delle contrattazioni dei mercanti.

 

Monastero di Daphni

Area: Daphni/Chaidari

11 km da Atene

L'UNESCO nel 1990 ha deciso di farne un sito dell'Umanità perché al suo interno sono custoditi alcuni dei mosaici bizantini più belli del Mediterraneo. Il monastero era già luogo di culto sin dall'antichità, ne sono prova i resti del Tempio di Apollo (alcuni resti si trovano oggi al British Museum, parte della collezione dei Marmi di Elgin). Nel VI secolo venne costruito un piccolo monastero, diverse volte andato distrutto o danneggiato da invasori e infedeli e costantemente ricostruito. Il complesso monastico era raggiungibile da Atene attraverso la cosiddetta Via Sacra (Hierá Hodós) che arrivava fino a Eleusi, antico sito conosciuto per i 'Misteri elusini', riti religiosi dedicati a Demetra, dea dell'agricoltura, della terra e del matrimonio.

 

Piazza Syntagma (Plateia Syntagmatos)

Area: Plateia Syntagmatos

Atene

Il cuore pulsante dell'Atene odierna lo trovate di sicuro senza bisogno di cercarlo. Tutte le strade di Atene vi portano qui, davanti all'edificio del Parlamento greco (che è stato anche Palazzo Reale) e il famoso quanto pittoresco Cambio della Guardia Presidenziale di Atene, degliEvzoni (anche conosciuti come Proedriki Froura o Tsoliades) con la loro caratteristica marcia davanti alla Tomba del Milite Ignoto. L'area è costeggiata da stradine pittoresche piene di piccoli caratteristici ristoranti, bar, piazzette e angoli di ritrovo. Si notino in particolare laVassilis Amalias Avenue. La piazza è situata nell'immediata vicinanza di zone turistiche come i quartieri di Plaka, Monastiraki, Psiri e l'Acropoli.

 

Necropoli di  Ceramico (Kerameikos)

Ermou 148

Area: Monastiraki

Atene

Sito dell'antico cimitero di Atene, ospita la Porta Dipylon, lungo la via in cui aveva luogo la  processione Panatenee. In questo stesso luogo troviamo anche il Museo di Oberlaender, che ospita una collezione di reperti ritrovati nell'antica necropoli.

 

Tempio di Zeus (Olympieion)

Leoforos Vas. Olgas e Amalias

Atene

Non è rimasto molto oggi di quello che era considerato un tempo uno dei più grandi templi della Grecia, il Tempio di Zeus Olympieion. La costruzione iniziò nel VI secolo a.C., durante il dominio dei tiranni di Atene, ma fu completato 638 anni dopo durante il dominio romano dell'imperatore Adriano.

 

Biblioteca di Adriano

Arios

Area: Monastiraki

Atene

Situata a due passi dall'Agorà romana (non lontana da quella più antica) troviamo la biblioteca di Adriano, costruita nel 132 a.C. dall'imperatore romano Adriano. Oggi vi sono solo i resti di questo importante edificio che un tempo custodiva i libri del mondo antico (rotoli in papiro).

 

Museo Archeologico Nazionale

44 Patission

Trasporti: metro Panepistimio

Atene

Siete in uno dei musei più importanti del mondo, con una collezione di antichità greche antiche  impareggiabile e sorprendente. In mostra troverete gli affreschi di Akrotiri (dell'isola di Santorini) e molti altri oggetti restituiti alla Grecia dagli Stati Uniti, l'Italia, il Belgio, il Regno Unito e la Germania. La collezione comprende anche il famoso tesoro di Micene ritrovato da Heinrich Schliemann nel 1876 le tazze, i piatti, e i gioielli, compresa quella che è nota con il nome di "Maschera di Agamennone". Il museo ospita anche la collezione nota come Figurine delle Cicladi,  datate circa 2000 a.C.

 

Accademia di Platone

Area: Acadimia/Platones

Atene

Acadimia era un tempo un piccolo sobborgo di Atene, abitato sin dai tempi preistorici e prendeva il nome dall'eroe Academos. Nel 387 a.C. Platone vi fondò la sua scuola filosofica, che diventò molto famosa durante il periodo della Grecia classica. L'accademia fu infine chiusa dall'imperatore Giustiniano nel 526 d.C.

 

Torre dei Venti (Horologion)

Aiolou

Area: Monastiraki

Atene

Nella prima metà del I secolo a.C. i Romani costruirono un torre con orologio ad acqua non molto lontano dall'Agorà romana. Il progetto è opera dell'astronomo Andronicos, macedone. La struttura è ottagonale a rappresentare gli otto venti del mondo, è alta oltre 3 metri  ed è scolpita nella sua parte superiore. Durante il primo periodo cristiano la struttura venne usata come fonte battesimale e l'area adiacente come cimitero cristiano.

 

Stadio di Panathinaiko

V. Konstantinou Avenue (dai Giardini Nazionali, vicino allo Zappeion)

Area: Acropoli

Atene

Il grandissimo stadio in cui vennero ospitati i primi giochi olimpici moderni, nel 1896. Un bel esempio di architettura neoclassica. 

 

Collina di Lycabettus

Area: centro

Atene

A costeggiare il quartiere di Kolonaki troviamo una delle più belle colline di Atene (in tutto sono 12), da raggiungere con una funicolare per ammirare il panorama sulla città e verso il mare. Uno dei posti migliori per visitare l'Acropoli dall'alto.