La cucina greca

Gli ingredienti basilari.

La cucina greca ha quattro segreti: gli ingredienti freschi, l’uso giudizioso di erbe e spezie, il famoso olio d’oliva greco e la sua semplicità. L’olio d’oliva greco merita

un’attenzione particolare. Presente in quasi tutti i piatti greci, e nella maggior parte di essi in abbondanza, e’ di una qualità eccellente ed estremamente salutare. Poi ci sono le verdure e le spezie.

Grazie al dolce clima greco, non e’ necessario utilizzare alcun sistema di crescita rapida delle verdure. Tutti i vegetali crescono naturalmente e colmi di aroma e gusto. Resterete deliziati dal sapore dei pomodori greci, della lattuga, carote, cipolle, basilico e aglio, per non parlare dell’aroma della frutta fresca: uva, albicocche, pesche, ciliege, meloni, angurie, etc. Le erbe, che la maggior parte dei greci raccoglie dalle montagne o nelle campagne, sono rinomate per il loro sapore, profumo e proprietà benefiche. Mangiando uno dei tanti rinomati piatti greci, l’aroma dell’origano, timo, menta o rosmarino, vi inebrieranno. Non dimenticate inoltre di provare anche i formaggi greci, ed in particolare la feta. Poiché agnelli e capre in Grecia sono liberi di pascolare ed i pascoli sono particolarmente ricchi di erbe, la carne di questi animali ha un sapore unico che e’ impossibile ritrovare in qualsiasi altra parte del mondo. Il pesce del Mediterraneo e’ inoltre di gran lunga più saporito di quelli d’oceano. Nell’Egeo e nello Ionio le acque sono cristalline, chiare e colme di pesci.

La filosofia greca del cibo.

Il momento della giornata in cui i greci si riuniscono intorno al tavolo per gustare un pasto costituito di diversi piattini accompagnati da Ouzo e’ un momento vissuto con devozione da tutti gli abitanti di questo paese. Per i greci dividere un pasto con un amico, che sia a casa, in un ristorante o in una taverna, e’ un’importante questione sociale. La parola greca Symposio significava anticamente brindare in compagnia. L’atmosfera in un tipico ristorante greco o in una taverna e’ molto rilassata ed informale. La preparazione del cibo d’altro canto ha le sue regole sacre. Una persona brava nella conduzione domestica in Grecia e’ anche una persona in grado di cucinare. E un bravo cuoco può trascorrere giorni interi preparando un pasto per sé e per i suoi amici.

L’atmosfera.

Provate a bere un bicchiere di vino o di ouzo, accompagnato da un polipo alla griglia o da un qualsiasi altro piatto greco, seduti all’ombra di un albero, in una piccola taverna sul mare, in una delle isole dell’Egeo. Poi, quando siete di nuovo a casa, provate a ripetere questa esperienza

preparando lo stesso piatto e servendo lo stesso drink. Non importa dove deciderete di gustarli, scoprirete presto che in qualsiasi altro luogo non hanno lo stesso sapore. E non provateci di nuovo, non c’e’ niente di sbagliato nella delicatezza del vostro palato o nelle vostre capacità culinarie. L’esperienza della cucina greca, ovvero la combinazione di quello che mangi e di dove lo mangi, non può essere ripetuta, esportata o duplicata. E’ qualcosa che puoi trovare, provare e gustare solamente in Grecia, così come il blu del mar Egeo.

Il vino.

La Grecia, oltre ad aver dato i natali a Dioniso, dio del vino, e’ la terra di origine dei primi VQPRD vini della storia. Erano i vini delle isole di Chios e Thasos, rinomati in tutto il mondo antico. Per diverse ragioni storiche e sociali, come anche a causa di diversi disastri naturali, l’arte di fare il vino fu abbandonata dalla metà del diciannovesimo secolo fino agli inizi degli anni sessanta. Fu allora che l’antica tradizione di fare il vino fu riscoperta e oggi e’ possibile trovare in commercio tanti eccellenti vini greci prodotti in tutto il paese. Gustando un vino greco bisogna tenere a mente che e’ il prodotto di un ambiente diverso e di un’uva di una qualità differente, sconosciuta agli amanti dei vini d’occidente. I vini della Grecia sono divisi in 4 diverse categorie:

– Denominazione di origine controllata;

– Denominazione di origine di qualità superiore;

– Vini locali;

– Vini da tavola.


Lascia un commento

Categorie

Archivi